Risotto alla camomilla e carpaccio di branzino

La camomilla è un fiore conosciuto fin dai tempi degli egizi e largamente usato come erba officinale. Come dicevano le nostre nonne, una tazza al giorno di infuso di camomilla è in grado di allontanare tutti i malanni. Usata soprattutto come tisana calmante, la camomilla può esserci d’aiuto anche in cucina, dando un tocco delicato e originale ad ogni piatto.

Oltre che per aromatizzare liquori, creme, biscotti e gelati, possiamo usarla anche per preparare risotti, insalate di pesce e per fare delle salse.

Oggi vi proponiamo un risotto alla camomilla, da servire insieme a un carpaccio di branzino aromatizzato al pepe rosa. Seguendo questi pochi passaggi, otterrete un piatto degno di un ristorante gourmet e in grado di stupire i vostri ospiti!

Ingredienti per 4 persone:
350 gr di riso
120gr di branzino
50 gr di burro
sale q.b.
olio extra vergine d’oliva
succo di limone
pepe rosa, peperoncino q.b.
400 ml di acqua
30 gr di camomilla

Prima di tutto bisogna marinare il branzino, quindi prendete un filetto di pesce, assicuratevi che sia stato precedentemente abbattuto alla corretta temperatura e che sia pronto per essere usato.

Procedete tagliando delle fette quanto più fini possibile, che andranno poi messe a marinare per circa 2 ore in frigo, immerse in un’emulsione di olio, limone, pepe rosa e se gradite anche del peperoncino. Con quest’ultimo ingrediente non esagerate, altrimenti andremo a perdere tutta l’eleganza che contraddistingue questo piatto. Ricordatevi di togliere il branzino dal frigo almeno 30 minuti prima di servirlo.

Ora scaldate l’acqua e mettete in infusione la camomilla: questa preparazione andrà a sostituire il classico brodo con cui solitamente viene cucinato il risotto.

In una padella iniziate con la cottura del riso, aggiungendo poco a poco l’infuso di camomilla e aggiustando mano a mano di sale e pepe.

Quando il risotto sarà quasi pronto, mantecate con il burro e un goccio di panna, per rendere tutto più morbido.