Moeche fritte

Anche la laguna di Venezia ha le sue tradizioni in tema di gusto: oggi vi proponiamo la ricetta di un antipasto prelibato ed esclusivo, spesso proposto anche come finger food per accompagnare l’aperitivo: le moeche fritte!

Le moeche, conosciute anche con il nome di pepite veneziane vengono pescate nei pressi dell’isola della Giudecca, a Burano e a Chioggia nei periodi di inizio autunno e primavera.

Ma cosa sono le moeche? Non sono altro che dei granchietti molli che vengono pescati proprio nel momento della muta, quando diventano morbidi e più facilmente sgranocchiabili. Considerate delle rarità e dei gioielli del mare, le “moeche” vengono chiamate con questo termine dialettale dai veneziani per indicare appunto la mollezza del loro carapace che solo per breve tempo li contraddistingue.

Vengono catturate da pescatori esperti detti “moecanti” attraverso una rete chiamata “trezza” e si possono acquistare ai mercati del pesce o nelle pescherie più fornite.

Essendo questi granchietti molto rari e una prelibatezza purtroppo il loro prezzo è abbastanza alto e non accessibile a tutti, ma per qualche occasione importante rivestono sicuramente un buon investimento culinario.

Letteralmente rincorse dai buongustai di tutto il mondo, richiedono una preparazione facile e veloce ed assicurano un risultato da leccarsi i baffi!

Pronto a provare una ricetta tipica della tradizione veneta? Prendi appunti e cimentati anche tu in questa succulenta ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di moeche vive

200 gr di farina tipo 00

2 uova

olio di semi di arachide q.b.

sale q.b.

1 limone

Procedi sbattendo le uova in un recipiente, tuffa le moeche ancora vive, copri e lasciale nella terrina per un paio di ore finché non avranno mangiato gran parte dell’uovo.

A questo punto, procedete infarinandole ad una ad una e friggetele velocemente nell’olio caldo a 170° per circa 3-4 minuti.

Non appena risulteranno belle dorate, scolatele e riponetele sopra della carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

A questo punto basterà salarle leggermente e riporle in un piatto da portata con qualche fettina sottile di limone come ornamento. L’accostamento perfetto con della polentina morbida e un buon bicchiere fresco di prosecco.

Sei pronto a deliziare il tuo palato e quello dei tuoi commensali con questa prelibatezza? Forza, accendi i fornelli e mettiti all’opera per fare delle moeche fritte da vero veneziano!